Calendario attività
Maggio 2017
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4
Login



Home
Carissimi,
sono certo che tutti voi custodite nel cuore e nella mente quella settimana di grazia vissuta dal 7 al 14 settembre 2014 quando arrivò nella nostra parrocchia la statua della Madonna Pellegrina del Santuario di Fatima. Furono giorni intensi: pieni di preghiera, di commozione e di gioia intima. Ricordo bene quei giorni: muovevo i miei primi passi in mezzo a voi e mi sentivo sereno, anche se spaesato e timoroso, perché Maria SS.ma stava con noi.
Vorrei che tutti voi possiate fare memoria di quei giorni: il Signore Gesù ci ha parlato, lo sguardo tenero di Maria ci ha avvolti e ciascuno di noi ha fatto certamente tanti propositi di bene e ha ricevuto tante guarigioni nell’anima. Allora viviamo intensamente questo mese di maggio: un mese di maggio speciale. Il 13 maggio, infatti, ricorderemo il centenario delle apparizioni della Beata Vergine Maria alla Cova da Iria nei pressi di Fatima ai tre pastorelli Lucia, Giacinta e Francesco. Il Papa si recherà a Fatima, renderà omaggio a Maria SS.ma e proclamerà santi Giacinto e Francesco, mentre si è aperto il processo di canonizzazione di Suor Lucia.
Ho avuto la possibilità di andare diverse volte a Fatima e di portare gruppi di parrocchiani e spero quanto prima di andarci con voi. Gli spazi immensi del Santuario, la piccola statua di Maria SS.ma esposta e venerata sul leccio su ci è apparsa e il percorso che i tre pastorelli facevano ci immergono in un clima intenso di preghiera e ci invitano alla conversione. Ai tre pastorelli Maria chiede di offrire preghiere per la conversione dei peccatori, di fare penitenza e di recitare il rosario. A Fatima non ci sono ammalati che non è la cura per il nostro mondo frantumato. Risponde re alla violenza con la violenza conduce, nella migliore delle ipotesi, a migrazioni forzate e a immani sofferenze, poiché grandi quantità di risorse sono destinate a scopi militari e sottratte alle esigenze quotidiane dei giovani, delle famiglie in difficoltà, degli anziani, dei malati, della grande maggioranza degli abitanti del mondo.
Nel peggiore dei casi, può portare alla morte, fisica e spirituale, di molti, se non addirittura di tutti». Il Papa ci esorta a guardare a Gesù: «Anche Gesù visse in tempi di violenza. Egli insegnò che il vero campo di battaglia, in cui si affrontano la violenza e la pace, è il cuore umano: «Dal di dentro infatti, cioè dal cuore degli uomini, escono le intenzioni cattigirano con le carrozzine o sostano nella cappella delle apparizioni. Spesso capita che a Fatima ci sia un grande silenzio e ci siano poche persone. Al Santuario, invece, si incontrano famiglie con bambini, giovani, adulti, anziani che sostano a lungo davanti alla statua di Maria SS.ma in profonda preghiera. A Fatima non c’è clamore o chiasso. A Fatima si sta soli davanti al mistero di un Dio Uno e Trino che vuole abbracciarti, che vuole farti scoprire che, nonostante inciampi e peccato, Lui è Misericordia. A Fatima si sperimenta la preghiera d’intercessione per il mondo e per la Chiesa. A Fatima si scopre che è bello pregare per gli altri: niente e nessuno va dimenticato! A Fatima si sperimenta la presenza viva della testimonianza dei pastorelli. La prima volta che andai a Fatima rimasi colpito dall’attrazione che provai verso le tombe dei due pastorelli sepolti nel Santuario (Suor Lucia era ancora viva). A dei piccoli bambini fu data la grazia di entrare nel mistero di Dio attraverso Maria SS.ma. A Fatima si riscopre la bellezza dell’essere piccoli!
Sabato 13 maggio invito tutti voi a ritrovarci in chiesa alle ore 21 per recitare il Rosario. Sarà un momento semplice e familiare: pregare Maria perché Ella ci porti a Gesù. Ci uniremo alla gioia della Chiesa per i 100 anni delle apparizioni a Fatima e per i due nuovi santi bambini Giacinta e Francesco.
Fare la penitenza di non vedere la televisione o di non vivere il solito sabato sera tra cene, pizzeria, pub o altro…credo che ne valga proprio la pena sia per i piccoli che per i grandi!

Il vostro parroco don Luigi

 

I nostri appuntamenti