Calendario attività
Agosto 2020
L M M G V S D
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6
Home Notizie dal Parroco Vi mando il bellissimo discorso che ha letto la sua mamma...

Nei Parchi della Colombo è stato piantato un olivo, in ricordo di Mattia.

Ecco il bellissimo discorso che ha letto la sua mamma...

Questo ulivo vuole essere un punto dove poter venire sicuramente nelle giornate in cui ci manca e ci mancherà di più, ma anche nelle giornate in cui ci mancherà di meno per fermarsi qui con lui.

Matty amava più di ogni cosa la compagnia, non voleva mai stare solo, da piccolissimo cercava sempre di stare nel lettone di mamma e papà, in braccio con noi in ogni momento del giorno e della notte, di giocare con noi e crescendo con gli amici, e poi ha desiderato fino allo sfinimento un fratello, un compagno di gioco, un compagno di vita.

La solitudine di certo non gli apparteneva in questo mondo e non voglio, non vogliamo, perché sappiamo che non lo desidererebbe, gli appartenesse oggi lì dove è.

Per questo, quest’albero deve essere un punto dove fargli compagnia, giocare, scherzare, piangere con lui e guardare il cielo insieme, perché insieme era il suo stile di vita.

Anche noi verremo qui, in punta di piedi senza entrare nel vostro dialogo o le vostre confidenze con lui.

Io e Matty, come ogni genitore con i propri figli, in questa fase della vita, avevamo un rapporto di grandi scontri e di incontri inverosimili: Ti amo mamma lo sai? È stata l’ultima frase che mi ha sussurata, e non è fantasia o una cosa che avrei desiderato ma non lo ha detto.....lo diceva in alcuni momenti come quella sera prima di uscire felice della concessione di poter vedere i suoi amici, la sua vita.

Lo so che noi non passeremo più un giorno senza pensare a lui e alla persona che era e che poteva essere, ma voi, ognuno di voi andrà avanti nel suo percorso, nelle sue strade come è giusto che sia ....vorrei però che vi portaste dentro oltre ai vostri ricordi, al vostro affetto, sempre questo:

Guidare una moto, una macchinetta, unauto, un camion, una barca un qualsiasi mezzo... siete sicuri di sapere cosa voglia dire? Al di là dell’esame, al di là della prova di guida al di là del documento che ti verrà o ti è stato rilasciato????

Guidare, vuol dire dare una direzione, indirizzare verso un fine, verso un punto .... Tenete questo concetto fermo in voi perché mi sembra che noi adulti lo abbiamo interiorizzato erroneamente.

Chi è che ci guida nella vita?

Tanti, i nostri genitori, i nostri insegnanti, gli amici, le persone che incontriamo e incontreremo nel nostro cammino, spero che dall’8 giugno vi guidi anche Matty ....

Ricordandoci che In ogni momento della vita in cui guidiamo e guideremo siamo chiamati prima di tutto prima di ogni cosa anche prima di averne la capacità pratica di farlo, di avere Responsabilità insegniamo e diffondiamo il concetto di alta responsabilità, quindi, guidare non è solo avere la patente in tasca, è un momento importante perché da quel momento siamo e saremo sempre i massimi responsabili della nostra e della vita altrui.. questo è il concetto che vi deve perseguitare e che dovete perseguire tutti.

Conto più sui ragazzi, perché è evidente, per quel che succede ogni giorno, soprattutto in questa città, che noi adulti questo concetto non lo abbiamo poi così approfondito e io con Matty purtroppo mi sono fermata prima: ricordati che quando attraversi le strisce devi stare attento perché la gente corre.... Ma questo concetto è evidente che non basta ragazzi, chi guida è colui che decide, colui che mette le mani sul volante, colui che prende una direzione e come ogni persona che può decidere ....

Non cercate colpe in altri, chi guida è Responsabile nel bene e nel male.

dobbiamo non dimenticare mai che nel momento in cui ci sediamo su un mezzo e lo guidiamo, siamo NOI gli attori principali, NOI, non esistono nè SE e nè MA e già questo è un passo di civiltà di dignità e di crescita.

Mattia sarà sempre nel cuore della sua mamma del suo papà e del suo fratellino, non potrà tornare qui tra noi fisicamente...... Tanti messaggi sono arrivati e ringraziamo tutti per la vicinanza...molti mi hanno e ci

hanno scritto dimmi cosa possiamo fare, chiedi, noi ci siamo, siamo qui.....in attesa che la giustizia faccia il suo corso

Ecco oggi vi chiedo la cosa più importante per non vanificare la nostra perdita e la perdita di altri ragazzi.... perché continuando a girare in questo quartiere e nei quartieri limitrofi continuo a vedere gente con una mano sul volante e il cellulare nell’altra, a volte anche entrambe le mani sul cellulare e i POLSI sul volante??.....continuo a vedere gente che corre ovunque all’impazzata.......

Vi chiedo di NON dimenticare mai che quando guidiamo o guideremo abbiamo sempre una grande Responsabilità e le scelte sono due :

lasciar vivere o uccidere qualcuno scegliamo coscientemente di metterci alla guida e coscientemente prendiamoci le Responsabilità

Abbiamo aperto una raccolta con un team di professionisti amici con l’obiettivo di non dimenticare questo che vi stiamo chiedendo oggi con il dolore nel cuore e il silenzio assordante di chi può aver sbagliato...

La raccolta è volta a definire progetti sulla guida RESPONSABILE ovviamente con il supporto di esperti...per chi interessato resti in contatto con noi.

Ciao Matty